mercoledì 29 ottobre 2014

i 4 passi e pausa pranzo allo chalet gerard



Nel nostro week end all insegna della passione auto e guidare , domenica, dopo un abbondante colazione all hotel alpenroyal abbiamo fatto il giro dei 4 passi giro che tocca 3 provincie (Bolzano, Trento e Belluno) e due regioni Trentino  e Veneto...


 Il giro del Sellaronda durante il periodo invernale è tutto percorribile con gli sci sempre attaccati, grazie ad appositi impianti di risalita e piste da discesa. Grazie a questi, il percorso può essere effettuato in entrambi i sensi.
In estate in molti decidono di percorrerlo in bici.........noi in auto! viva la pigrizia!






completato l intero giro quindi dalla valgardena alla valgardena ci siamo fermati per il pranzo allo chalet gerard.
L idea iniziale era quella di fermarsi lì solo per un caffè, magari accompagnato da una fetta di strudel, che secondo me da loro è la migliore della valle.
Poi però abbiamo perso due macchine e così mentre gli altri del gruppo si recavano allo chalet, noi siamo aprtiti alla ricerca dei dispersi..una volta raggiunti i compagni di avventura era ora di pranzoe  così abbiamo amngiato , solo che il cibo da loro è così buono che all ora del dolce già non cera più fame...quindi niente strudel..peccato
Un post sull ottima cucina dello chalet lo potete trovare qui
Vista la meravigliosa giornata abbiamo dciso di sederci fuori.
Il bello di questo locale è che all interno è arredato in maniera molto bella , molto calda e accogliente
all esterno conquista per la meravigliosa vista.
Ci sono dei tavolini dove si può mangiare e sorseggiare il caffè senza guardare il compagno di bevuta ma osserevando la natura..


a me sembrava un pò incomprensibile ..uno va a mangiare con gli amici ma enanche li guarda in faccia.........poi satolla in attesa del caffè mi sono seduta in questi posti e il paesaggio mi ha rapita, non mi sarei più alzata!






martedì 28 ottobre 2014

Sevilla NO8DO



Anni fa, non so quanti ma sembra un eternità, mia sorella finito il liceo ha deciso di trascorrere un anno sabbatico  in giro per l europa per imparare le lingue straniere.
La sua prima meta è stata Sevilla, io ero già stata a Sevilla quando da Lisboa, ero corsa  al carnevale di cadiz..il giorno dopo la grande festa avevamo deciso di dedicarci un pò alla cultura visitando Sevilla.
Atterrata a Sevilla ricordo ho fatto subito amicizia con una ragazza che, lo so sembra incredibile, l anno precedente era stata a Lisboa in erasmus come me...quando si dice che il mondo è piccolissimo.
La primissima cosa che ho notato passeggiando per la meravigliosa città oltre alla grande quantità di gatti, è stata la scritta NO8DO..ma proprio quasi dappertutto..



chiaramente ho dovuto indagare e questo è quello che ho scoperto :
In Spagna tra il 1252 e il 1284 regnò re Alfonso X, un sovrano non proprio bravissimo nella gestione finanziaria, proprio a causa della crisi economica del regno il popolo si sollevò ed iniziarono delle ribellioni, il figlio Sancho sostituì il padre che si era nel frattempo rifugiato a Sevilla, l unica citta
rimastagli fedele.
Il figliod ecise di non attaccare la città e di lasciarvi il padre in pace fino alla sua morte
Alfonso X riconoscente alla città per questa fedeltà deicse di lasciare un messaggio eterno alla città
Il messaggio doveva dire Sevilla non mi hai abbandonato
da questo un nodo che in spagnolo si dice Madeja quindi noMADEJAdo
bella storia no?



#cosebuffechemisonosuccesseinviaggio

Diciamoci la verità ..in viaggio ne succedono di cotte di crude e così ho pensato..perchè non iniziare un appuntamento, in cui raccontare le cose buffe che mi sono successe durante le mie avventure, e chissà magari qualcuno potrà raccontare a sua volta cose buffe
a me ne succedono sempre, magari mentre le vivo non troppo buffe ma poi a ripensarle sono molto comiche..come quella volta in cui avevo raggiunto mia sorella a Sevilla, dove si trovava per studio.


Avevamo deciso di recarci a Cordoba (città incantevole) ma la mattino pioveva, pioveva molto, lei voleva comunque a tutti i costi non andare a scuola e così abbiamo deciso di partire lo stesso..
da casa sua siamo andate a piedi fino alla fermata dei bus, nonostante gli ombrelli ci siamo bagnate parecchio perchè diluviava...
in viaggio in bus non ha mai piovuto così ci siamo asciugate per bene


Ovviamente una volta arrivate  a Cordoba ha ricominciato a piovere abbiamo così deciso di ripararci all interno della Mezquita..qui la nostra visita si è protratta molto a lungo, proprio per asciugarci bene.


uscite dalle Mezquita, erano le 12.30, non pioveva più, abbiamo inizato a  passeggiare quando..su una grande strada in cui ogni senso di percorrenza aveva due corsie, un simpaticone ha deciso di prendere in pieno una grande pozzanghera...lavandomi da testa a piedi..era ora di pranzo e tutti i negozi erano chiusi, fradicia siamo andate a mangiare in un burgerkings e con pazienza abbiamo aspettato l apertura di negozi low cost


e così dopo le15 ho potuto ricompormi con capi che non centravano nulla l uno con l altro..


Ovviamente il giorno dopo il sole splendeva .........
e a voi è mai succcessa qualche disavventura simile??

venerdì 24 ottobre 2014

cena all Alpenroyal selva di valgardena



Da Lucerna abbiamo guidato, guidato e guidato fino alla val gardena, dove i nostri amici alloggiavano all hotel alpen royal, hotel bellissimo che ho sempre addocchiato al mattino andando a sciare, l ho sempre addocchiato con un pizzico di invidia in quanto l hotel è dotato di una meravigliosa piscina esterna riscaldata.




...... non potete immaginare la mia gioia mentre nuotavo  in questa piscina !
Ovviamente non alloggiavamo nell hotel, avendo a disposizione un appartamento dove dormire in paese , ma siamo rimasti  lì fino a tarda serata in compagnia degli amici.



  Siamo arrivati ed il progetto iniziale era quello di bere una birra e poi andare a cambiarci a casa, ma una birra tire l altra poi ho anche potuto gustarmi la super piscina


come la serata precedente abbiamo cenato nel ristorante dell hotel
e la cena non è stata male ma un pò al di sotto delle aspettative! eh va beh!
questa è la loro versione di canederli....a me piacciono un pò più "rustici"


una buonissima  insalatina


tortellini


una foto di gruppo


e la  kaiserschmarren


tristissima per chi come me è abituato ala bontà e alla porzione della malga gostner!!


mercoledì 22 ottobre 2014

svizzera italia on the road

Lo scopo del fine settimana svizzero era quello di guidare, avevamo appuntamento con un gruppo di amici di un club di auto che dall Inghilterra aveva come scopo quello di provare le e più belle strade del nostro continente, impensabile  quindi da Lucerna alla valgardena ,saltare i passi...



Passo dello stelvio, Umbrail pass e offfen pass..eletto da Topgear come uno dei suoi preferiti.............



Nel programma era prevista una sosta  al passo dello stelvio per  pranzare ma essendo quella una meravigliosa domenica, forse la prima dell estate, il passo era pieno pieno e così abbiamo deciso di fare una sosta un attimino sotto al passo, dove 3 bellissime 500 ci hanno raggiunti




dopo una sosta per rinfrescare i motori o i freni , non so non ricordo bene , ci siano diretti verso un albergo poco sotto per la pausa pranzo






e poi via veloci verso la Valgardena dove le acque di una piscina che da molto sognavo, mi aspettavano!


lunedì 20 ottobre 2014

guidare da Lucerna verso l Italia...

Devo dire la verità...purtroppo a Lucerna abbiamo visto poco,



speravamo di arrivare presto in modo da poterci gustare la città ed il suo lago...io avevo anche una mezza idea di fare sup,  ma nonostante i nostri sforzi, siamo arrivati tardi a causa di code a passo d uomo, così abbiamo potuto visitare il centro la sera dopo cena e dopo tante tante birre...che c'e posso fa??!! i nostri compagni di viaggio erano tutti inglesi..
Al mattino mi sono alzata dal letto a fatica, molta fatica e dopo una mega colazione siamo partiti subito
direzione i passi..
wueste sono un pò di foto che ho fatto all incantevole paesaggio svizzero..