domenica 27 dicembre 2015

un pomeriggio a singapore parte uno



Per raggiungere Singapore dall Italia ci vogliono   circa 12 ore di aereo, noi non abbiamo scelto questa città come meta, ma ci siamo ritorovati avendo deciso di volare con singapore airlines, considerata la seconda compagnia aerea nella classifica delle migliori.
ed in effetti una volta messi i piedi su questi aerei ci si chiede come si potesse considerare buona Lufthansa (perdonatemi tedeschi..) Abbiamo anche volato con airnewzeland che è davvero ua figata..ma di questo vi parlerò più avanti.
Abbiamo pensato che sarebbe stato sciocco, passare in questa città e non aproffittare per visitarla e così abbiamo fatto una sosta di una notte nella città verde dell 'asia.
Va detto che l aeroporto di Singapore è spettacolare e offre a chi vi deve  passare più di 7 ore (durante le ore del giorno)  la possibilità di visitare in pullman la città....bella idea no??!!
Noi comunque abbiamo deciso di passare 24 ore nella città.
Prima grande indecisione al momento della prenotazione.
dove dormire ..
tutto lo consocono di fama il Marina Bay sands, alcuni amici ci hanno dormito


Il mio ragazzo mi ha chiesto se volevo alloggiare in questo hotel per farmi un bel bagno nella sua famosissima piscina ma onestamente non avrei mai speso più di 300,00€ per dormire in questa struttura.  ..voglio dire con quei soldi mi faccio quasi un altro viaggio.
Se spendessi tutti quei soldi per dormire avrei scelto il Raffles hotel , meravigliosa struttura 5 stelle dalllo stile coloniale dove abbiamo fatto un aperitivo.


Entrando al Raflles hotel sembra di essere catapultati in un altra realtà, fuori dal tempo e dalla città.
L eleganza , la classe di questa struttura è qualcosa di unico.
Siamo entrati anche al Marina Bay, del resto solo uno dei tre building è hotel , un altro è uffici ed un altro centro commerciale, se ho ben capito.
Questo hotel non mi ha affascinata come il concorrente, mi è sembrato un grande caos, pieno di gente e meno elegante.
Beh comunque noi non abbiamo dormito in nessuna delle due strutture. Abbiamo optato per il Roxy Mercure questo perchè il prezzo era molto buono 85,00€ la camera niente colazione ma vicinanza e navetta da e per aeroporto , cosa per noi fondamentale....e poi se c'è roxy (brand che io adoro) non posso non andarci..no??!!



Da questo hotel raggiungere  il centro in taxy   non è caro, ed è l unica soluzzione..non ci sono molti mezzi vicino a questa struttura.
Il nostro taxista è stato meraviglioso, ci ha spiegato parecchie cose della città mentre ci portava alla meta.
 Noi ci siamo fatti portare a Little India, da lì volevo far partire la nostra passeggiata alla scoperta della città.
Qui sotto potete vedere una mappa della nostra passeggiata che è durata un paio di ore.
qui il link alla mappa ..sono troppo imbranata per capire come metterla direttamente sul blog..


Il quartiere indiano è famoso per le sue vie e case colorate, dicono che sembri di ritrovarsi in india, ma io non ci sono mai stata quindi non so se è così.



è vero che le impressioni gli odori  e le emozioni che si vivono in questo quartiere sono diverse rispetto  a quello che si vive negli altri quartieri.




Partire da questa zona verso le 3 di pomeriggio è stata un ottima idea..in questo modo siamo riusciti ad arrivare ai gardens by the bay alle 18.30 poco prima che questo famosissimo giardino si illuminasse..e credetemi il gardens by the bay cambia moltissimo quando si illumina..diventa quasi magico.
Prima di arrivare alla nostra meta finale Chinatown, per cena, le soste sono state molte, anche più del programmato visto che pioveva e non pioveva..e quando pioveva la pioggia era molta..
Perfortuna ha piovuto parecchio tra le 3.30 e le 4.30 poi ha smesso...ci ha detto il barista dell hotel raffles che questo è normale a novembre.
A novembre il clima a Singapore è umido..si suda parecchio..e ci sono pioggie forti ed improvvise (almeno così ci ha detto il barman)
Arrivati nel quartiere richiesto al a txista, abbiamo deciso di non usare la mappa per viver la città, ma di provare a perderci tra le sue stradine, usando certo anche un pò di senso dell orientamento.
Ci siamo così ritrovati davanti a due meravigliosi templi, dove abbiamo cercato disperatamente soccorso dalle grandi pioggie.
Il Kwan Im Thong Hood Cho Temple e Sri Krishnan Temple ..pioveva tantissimo così riparati all esterno di questi templi abbiamo osservato i credenti.


 Io non so nulla della loro religione. Ho notato che ogni persona che passava davanti ai templi diceva subito una preghiera  e poi accendeva una di questi bastoncini..boh non so..


Quando finalmente ha smesso di piovere ci siamo incamminati senza sapere dove andassimo, siamo passati attraverso degli street food di cucina cinese..




odori, aromi, piatti che io proprio non conoscevo
 e  poi ci siamo ritrovati in questo bellisismo centro commerciale
 orchard road central, bella la struttura esterna e molto bello anche dentro.





i racconti di Singapore sono ancora tanti e questo post sta diventando davvero troppo lungo..
quindid ai lo finisco qua e vi do appuntamento alle seocnda aprte..
devo anche confessaarvi che Singapore mi ha fatto un regalo bellisismo e resterà per sempre nel mio cuore..ma non posso svelarvi di più .per ora anche se...non vedo l ora..


lunedì 21 dicembre 2015

un roadtrip in nuovazelanda



eccoci qua
rientratti da questa meravigliosa vacanza,
vacanza che ci ha portati il più lontano possibile, alla scoperta di un posto totalmente nuovo e tanto diverso
Ora non potremo affrontare mai un viaggio più lungo, le ore da affrontare in volo sono parecchie..e perfortuna..io mi diverto come una matta sugli aeroplanini!
Per affrontare tutte queste ore di volo, abbiamo scelto come compagnia airsingapore, questo perchè considerata molto buona per l intrattenimento ed il servizio.
Come scelte avevamo emirates con sosta quindi a Dubai, che però abbiamo già visitato una volta ed è bastata..airsingapore o la compagnia di Honk kong..ma tutti mi hanno parlato molto male di quest ultima e così...così abbiamo fatto la nostra prima sosta  a Singapore..città che rimarrà per semrpe nel mio cuore..ma di questa avventura vi racconterò più avanti...

Per prima cosa ve lo dico , perchè noi ovviamente ce lo siamo chiesti più volte..no, in nuova zelanda non camminano all incontrario come vedevamo da bimbi nei libri eheh.

avevamo a nostra disposizione per visitare non una ma ben due isole 14 giorni e così sono stati..

14 giorni..14 hotel diversi, 2 isole 2 mini   e tante, tante ore in macchina...ma anche a goderci la magia della natura del paese

L isola del sud , la nostra prima meta, è abitata solo dall 1 % degli abitanti di questa nazione, una solitudine che all inizio può apparire un pò strana, anche perchè nelle nostre prime mete era una solitudine riempita da cinesini e tedeschi ..che quindi toglievano un pò della magia..ma poi quando ci si abitua è meravigliosa e ...e quando si sbarca poi al nord a  Wellington ci si sente persi, ci si sente ricaltaputati in una stranissima realtà, piena di persone , caos, macchine e code stradali

ma poi lo sapevate che in NZ si guida a sinistra come gli inglesi??
un pò complicato all inizio..
e lo sapete che fuso c'è??!! un fuso tremendo..ira mentre scrvo sono le 19.38 a Verona e ad Auckland
le 7.38 del mattino...mamma che fuso..sono fusa!!!
ma mi sto dilungando troppo ...ecco le nostre tappe


day 1 arrivo di notte ad Auckland ( abbaimo dormito in un hotel accanto all aeroporto)
day 2 auckland christchurch in aereo e visita alla stupenda città giardino del paese
day 3 da christchurch a Monte cook
day 4 monte cook e poi Queenstown
day 5 da Queenstown ai ghiacciai ( Fox and Franz Josef glacier)
day 6 west coast
day 7 golden bay e poi e poi avventura a Takaka
day 8 Takaka e Picton
day 9 Picton wellington
day 10 da Wllington a Lake Taupo
day 11 Tongarino crossing (abbiamo dormito di nuovo a lake Taupo ma in un hotel diverso)
day 12 Rotorua e Coromandel Bay
day 13 su su fino alla 90 mile beach e poi meraviglia ...dormire in riva la mare..
day 14 Auckland
day 15 Auckland e partenza

e questa è la mappa del nostro tour


ora poichè non sono brava con il blog e non so inserire una mappa, ho fatto la mappa qui il link
e l ho fotografata, qui sopra la potete vedere...

sabato 28 novembre 2015

pronti partenza e via...




3, 2, 1 si va siiiiiiiii
cari amici del web è con molto piacere che finalmente ve lo dico " si parte siiii"
prima meta singapore..dopo?
 dopo sarà una sorpresa..
è una meta parecchio lontana, ma sono scaramantica  e non voglio dire di più..
se vi va e se riuscirò a postare foto..seguitemi su instagram
il mio contatto è roby82ontheroad
che altro dire?? non so..non chiedetemi se sono felice perchè......sono super felice!
domani a quest ora sarò in volo ..siiii

martedì 24 novembre 2015

viziarsi un pò..



Un motivo per cui adoro avere un blog è che riscopro per caso, tantissime cose che avevo dimenticato di aver fatto, ad esempio avevo totalmente rimosso dalla mia testa il grande fallo..poi l altro giorno guardavo il blog e questo post risultava molto letto e io mi sono detta "il grande fallo??!! cos è?" e così  leggendo mi sono ricordata tutto..
Quindi anche se non avevo voglia di raccontare la pelata di sabato scorso ora la scrivo..
Era un pò che io ed il mio ragazzo non ci dedicavamo una seratina romantica e così la scorsa settimana con tono minaccioso gli ho chiesto di organizzare una serata romantica per sabato sera, dove ho deciso avremmo festeggiato per la prima volta il nostro anniversario..Stiamo insieme da 11 anni ed in realtà dal 7 maggio ma non avendo mai celebrato un anniversario avevo voglia di farlo per finta!! eheh
Sapevo già dove saremmo andati a cena, perchè  conosco il mio ragazzo e perchè erano mesi che mi diceva che voleva portarmi a provare questo ottimo ristorante di pesce che fatalità quando chiamavamo era sempre o pieno o chiuso.
ma sabato siamo finalmente riusciti ad andare..
e adesso sappiamo che non ci torneremo! buonissima cena ma che pelata che ti danno!!!
Lui non aveva mai pagato essendo sempre andato con la sua famiglia e quindi non aveva idea della spesa..tra l altro noi beviamo birra e avevano solo una birra tedesca e sei bottiglie di moretti dello chef..così grazie al cielo la spesa delle bevande si è tenuta bassa!! lo so sono tirchia!


ad ogni modo i piatti di pesce erano davvero ottimi
abbiamo iniziato con un antipasto di crudità


poi boh io non ricordo i nome dei pesci quindi lascio parlare le immagini





Il cibo era davvero squisito d'altronde il ristorante vanta due forchette michelin 
Bisogna però dire che il servizio fa ridere..il cameriere un ragazzo con due occhi belli rossi serviva gli ospiti con braccialetti di plastica con I love maria scritto bello in grande ! non spiegava i piatti ( secondo me era un pò fatto in quel momento) e probabilmente essendo stato istruito sul fatto che vanno servite prima le signore dei signori , riempiva fino all orlo i bicchieri delle signore quando i compagni finivano i bicchieri  (mentre le signore ancora non en avevano bevuto neppure un goccio eheh)
La clientela tipo erano uomini sui 60 con giovani signorine molto appariscenti e ben scollate..li osservavo e vedevo le gentil signore che parlavano con uomini disperati che cercavano di ascoltarle!!
infine il nostro tavolo era vicino alla cucina e  si sentiva una grande passione calcistica dello staff ( la tv era accesa su una partita e noi la sentivamo!!eheh)
La cena è stata comunque molto buona ma il conto un vero incubo..
e questo post è per ricordarti Roby non ci tornare anche se buono! ahahha
Finisco il post condividendo con voi dopo tanto bel cibo , due bei ragazzi..
I miei due fratelli maschi a Cartagena Colombia





lunedì 16 novembre 2015

le spiagge di lisbona




Uno dei motivi per cui amo Lisboa e così tutto il Portogallo, sono le spiagge.
La natura ha donato a questo paese delle coste incredibili, è vero per godere al massimo delle sue acque bisogna essere abbastanza coraggiosi..l oceano è freddo, anche in estate, e più si va  a nord , più le onde si fanno  forti! Non a caso è un paese amato dai surfisti!
Di rientro dalla mia esperienza erasmus, la cosa che più mi mancava era la possibilità di poter prendere l auto (no , non sono andata in Portogallo con la macchina , ma la mia super amica Rita spesso mi prestava la sua golf degli anni 80 rossa e senza servosterzo!!! top!)  e raggiungere in 20/30 minuti il mare sdraiarmi chiudere gli occhi e sentire il rumore delle onde.
Ho amato Lisbona perchè una capitale a misura  d'uomo e con facile accesso al mare..
Anche senza macchina è infatti molto facile raggiungere spiagge molto belle.
Ci sono due zone di spiagge nella capitale portoghese.


si può andare in direzione nordovest verso la mia adorata praia do guincho (si lo so, sono ripetitva!) o verso sud in costa da caparica.
La soluzione più rapida e comoda è sicuramente quella di dirigersi verso Estoril e Cascais, basta infatti prendere il treno a Cais do sodre, le fermate in spiagge sono parecchie. Purtroppo il treno non porta fino a guincho ma sicuramente troverete alternative di vostro gusto!



La prima spiaggia che troverete è Carcavelos, io non l ho mai molto adorata ma è scelta per molte competizioni di surf e attrae anche molti principianti!






Oppure si può andare a Costa da caparica, per raggiungere questa costa bisogna attraversare il famoso ponte 25 de Abril (quelo rosso che tanto ricorda quello di SanFrancisco) e lo si può fare o in auto oppure in autobus.
A caparica c'è poi un trenino che porta tra le varie spiagge
Nella mia esperienza personale posso dirvi di aver trovato molta più gente nella costa da caparica in estate nei fine settimana poichè molto frequentata dai cittadini..
Quest anno abbiamo deciso di scoprire qualcosa di nuovo, dopo essere capitati in una spiaggia naturista gay, io ci tengo a precisare non ho nulla nè contro il naturismo (anzi lo adoro!) nè contro i gay..ma la situazione lì era un pò eccessiva..troppe coppie un giovane e un vecchio uscivano dai cespugli! e così abbiamo deciso di provare qualcosa di nuovo e abbiamo scoperto un altra bellissima spiaggia, che a vederla in linea  d'aria sembrava vicina ma in realtà da trovare in auto è stata un pò un impresa..Si chiama praia do meco ed è un incantevole dispesa di 4 km  sabbia.


A lungo sconosciuta per la posizione un pò isolata. è divenatata famosa negli anni 70 quando hippie americani e poi negli anni successivi meta ambita da personaggi famosi dello spettacolo portoghese.
è poi tornata alla ribalta quando nel dicembre 2013 c'è stata la tragedia do meco quando nella notte 6 giovani morirono travolti da un onda
La spiaggia è molto bella e resa più magica dalla presenza di persone che si dedicavano al parapendio!




 Dopo esserci goduti il sole, impossibile non assaggiare la tosta mista al bar della spiaggia..ma non buona come quella di guincho..è lo so!









lunedì 9 novembre 2015

Verona I love u..



Fin da bambina ho sempre sognato di lasciare la provincia veneta, affascinata come ero dalla grande  Bogota, la città dove vivevano sei mesi all anno i miei nonni, il fastidio per Verona è andato sempre più crescendo negli anni di ragazza, ma adesso che sono entrata nei trenta inizio ad amare e apprezzare tutto quello che la città offre.
Ecco si non è come Milano e quando si esce a cena ci sono sempre i soliti posti, non ci sono mostre come quella di Gaugin, ( il mio pittore preferito devo troppo andare..) ma davvero ultimamente sono innamorata di questa città e questo amore è fortemente alimentato dalla provincia.
In estate abbiamo il lago di garda in inverno se vogliamo sciare abbiamo san giorgio e se non ci accontentiamo in due ore siamo sulle dolomiti... insomma cosa possiamo chiedere di più??!!
In queste meravigliose domeniche autunnali mi sono coccolata tra la natura che ci circonda.
domenica scorsa siamo stati in Lessinia a camminare ed è stato davvero molto bello..il paesaggio, il clima , unica nota dolente in realtà la pausa pranzo.. Era un anno che volevamo tornare in questo rifugio dove esattamente lo scorso anno eravamo stati e nelle 2 ore di cammino prima di arrivare ci sognavamo il formaggio fritto per poi una volta arrivati, scoprire che la gestione è cambiata.


In questa foto si vede il rifugio da lontano..Il bello di questo luogo è che si arriva al confine con il trentino che una volta era confine con l austria  e si vedono le trincee..anche il rifugio stesso un tempo era una caserma militare della prima guerra mondiale.
Da qui si possono vedere il montebaldo, il lago di garda e la valdagige..





Ispiratissima dalla nostra meravigliosa camminata, ieri volevo andare sul montebaldo..davvero non ci sono mai salita..e non volevo salire con la funivia bensì a piedi..
Ero convintissima e poi...e poi sabato sera ho fatto tardi, avevo una gran vogli di fare serata e ..domenica non ho sentito la sveglia..
Così verso le 12.30 siamo partiti e ci simao diretti verso il lago.
Qui abbiamo preso due biciclette e ci siamo goduti una meravigliosa gita su due ruote nel lungo lago..
 Non servono molte parole per descivere l incanto della natura, il bello di vedere i bambini giocare felici sul lungo lago, i ragazzi farsi il bagno ( si a novembre..)









e poi per finire in bellezza..ho giocatoa  tennis dopo 12 anni..si  dopo molto e si vedeva!!
Insomma come potrei non amare la mia citta??