venerdì 18 marzo 2016

34 anni a me e 3 serate indimenticabili a berlino



Non so cosa sia successo , ma quest anno i festeggiamenti per il mio compleanno non si vogliono proprio fermare..dopo il meraviglioso fine settimana in montagna (diventata per fortuna una tradizione ) una super fuga a Berlino è stata lo sfondo di altri festeggiamenti..
3 serate, 3 meravigliose ed interessantissime giornate da raccontarvi  tre cene molto buone e tre super regali per il compleanno e ........ovviamente non solo un hotel ...non saremmo noi se ci accontentassimo di un solo letto in una vacanza..(nell ultimo viaggio in nuova zelanda 14 giorni 14 hotel..eheheh)



Non ci siamo dedicati ai posti più turistici, perchè avevamo visitato la città già in passato sia in estate che in inverno, ma abbiamo scoperto posti nuovi, nuovi musei di quartiere, nuovi localini super cool, abbiamo scoperto dei centri commerciali troppo troppo belli...lontani anni luce dalla tradizionale idea di mall. 



abbiamo provato un ristorante vegano ..non potevamo saltare questa esperienza nella capitale mondiale dei vegani!



Non solo novità ma abbiamo anche avuto delle conferme..


una di questa il mio quartiere preferito..Non so come mai nella città di Berlino io ho un quartiere preferito..non l ho neppure a Lisboa, città dove ho vissuto per un anno durante l erasums.. c'è una zona, non frequentata da molti turisti credo, o almeno non quando io ci passeggio, che mi ha rubato il cuore, è stato colpo di fulmine e sempre quando ci metto piede anche se sono stanca o arrabbiata, mi torna subito un mega sorriso..non lo so come mai..
Non abbiamo fatto  solo turismo nella città, ma anche abbiamo fatto il giro del mondo..attraverso la famosa fiera del turismo IBT BERLIN..abbiamo assaggiato cibi tipici di tutto il mondo, assistito a danze e arti marziali tipiche di paesi lontani..






Insomma sono state 4 giornate meravigliose all insegna della mia grande passione..il viaggio!


e devo ammettervelo..
il mio compleanno non è ancora arrivato! ma ci siamo quasi quasi,,,

lunedì 14 marzo 2016

i ghiacciai della nuova zelanda


Dopo esserci svegliati nel nostro meraviglioso letto,  letto che non avremmo mai voluto lasciare..finalmente una cameretta calda ed accogliente nell isola del sud della nuova zelanda!!


Ci siamo mossi in direzione ghiacciai..d'altronde non si può visitare l isola  senza vedere queste meraviglie della natura
I due ghiacciai, franz josef glacier e fox glacier, distano circa mezz'ora di auto l uno dall altro


Abbiamo deciso di provare a  visitare per primo il Fox Glacier, questo fiume di ghiaccio lungo 13 km è meno frequentato dell altro e porta il nome di William Fox, primo ministro della nuova Zelanda
Abbiamo seguito un percorso che porta alla parete terminale del ghiacciaio
Qui i percorsi  sono tutti delimitati da funi questo per evitare che i visitatori si spingano oltre arrivando a  cadere nel fiume o in punti in cui il ghiaccio può crollare ..cose successe per davvero e riportate in diversi cartelloni di istruzioni su come affrontare il percorso







Dopo siamo andati ad ammirare il   franz josef glacier
Racconta la leggenda che una ragazza perse il suo innamorato, caduto da una cima locale e le sue numerosissime lacrime si congelarono, formando il ghiacciaio.




Ghiacciaio visitato per la prima volta dagli europei nel 1865 quando un esploratore austriaco gli diede il nome dell imperatore del suo paese .

Al mirador da cui osservavamo il Franz Josef,  mi hanno fatto ridere tutte queste persone in coda per fare una foto, foto con iphone poi con ipad poi con macchina fotografica  e avanti così!!..


qui tra l altro c'è successa una cosa buffa..per la prima volta nella mia vita ho visto una strada bloccata da un albero..ma non solo..l albero era caduto da poco..


così abbiamo aiutato una ragazza bloccata, che era appena passata con l auto ..siamo corsi in paese abbiamo cercato i suoi genitori (non so come) e provato a mandare un aiuto sulle montagne ma era domenica..comunque alla fine la ragazza è stata liberata dal blocco "naturale"
Dopo queste fatiche chiaramente una sosta pranzo era necessaria e così abbiamo provato un bel ristorantino del paese
The landing un buon ristorante in centro al paese, nella via principale.



Accanto a questo ristorante numerose si trovano numerose  agenzie che organizzano spedizioni in elicottero sopra i ghiacciai..
Questa deve essere un esperienza molto bella, specialmente perchè una volta raggiunti i ghiacciai , con guide esperte ci si può anche addentrare nei labirinti di ghiaccio.
Questa esperienza deve essere bellissima, ma io ho deciso di non farla poichè avevamo i minuti, i giorni contati...

giovedì 3 marzo 2016

34 anni e non sentili!

Come è oramai tradizione i festeggiamenti per il mio compleanno sono iniziati in anticipo e come negli ultimi anni in Valgardena...dove altrimenti??!!


è stato un fine settimana di semplici emozioni, lo scii, la famiglia di lui, le partite a carta (sono una viziosa amo giocare a burraco e a uno...chiaramente non a soldi!) gli aperitivi in paese e le mangiate...e che mangiate..daltronde per il mio ragazzo non si scia se non si mangia..mentre io non vorrei neppure fare la sosta di metà mattinata per poter godermi al 100 per 100 le piste..
e così oltre ai soliti posti che onosciamo bene , ho scoperto due nuovi posticini niente male, queste sono state per me scoperte mentre per lui, una sorta di conferma.
  Purtroppo non essendo mai soli lo devo amettere, non ho fatto molte foto, quando siamo con altre persone mi sento un pò maleducata a fotografare piatti..mentre quando sono con lui mi sbilancio..fotografo tutto..
Dopo anni di racconti, descrizioni ho finalmente assaggiato il piatto armentarola..una sorta di piatto mitico sia per il mio ragazzo che moltissimi amici che frequentano la zona..
cos'è questo piatto?? Un enome piatto pieno di carne ( cotolette, costolette,salsiccie, pancetta, costate,braciole cordonbleu , patatine,verdure..)quindi è necessario essere un certo numero di persone per provarlo e per questo noi due non eravamo mai stati da soli..In questa occazione eravamo in sei e abbiamo preso il piatto per 4 ..il costo per questo piatto in 4 è di 120,00€ ma sazia benissimo 6 persone...


 L hotel armentarola è facilmente raggiungibile dalle piste, il locale è molto accogliente e noi abbiamo addirittura mangiato nel privat



quindi avevamo una saletta solo solo per noi..bellissimo..ad aggiungere meglio al meglio ..le ciabattine.. ci siamo tolti gli scarponi da scii e abbiamo avuti queste belle ciabattine..


Anche se molto bello e molto buono io sinceramente preferisco ciasa salares




dove ho festeggiato i miei 31 e 32 anni..purtroppo della magnata dei 31 anni finitia con una tarte tatin troppo buona..non sono mai riuscita a racontare nel blog poichè ho perso le foto..brava roby..sempre un genio..
mi piace di più il cibo, mi piace di più l arredamento, mi piace di più la vista mi piace tutto di più!
però è giustissimo cambiare..


poi un altro posticino top che abbiamo provato è passo selva
qui proprio non ho fatto foto..ervamo in troppi, ma ho goduto di una vista da togliere il fiato..tutte queste vetrate..


Ero entrata in questi hotel già l anno scorso ma avevo bevuto solo un caffè, avevo notato la bellezza del rinnovo dei locali ma il ristorante ha queste vetrate davvero bellissime..peccato non fossimo soli io e il mio ragazzo sarebbe stato romanticissimo..ho notato che il locale può essere raggiunto non solo dalle piste chiaramente e quindi non solo sciatori ma anche persoen non amanti dello scii..io ho mangiato una carbonara ai gamberi molto buona..ma la cosa migliore sono comuqnue i locali e la vista..




Il regalo più bello è stato comunque vedere i fiocchi di neve..i veri fiocchi di neve..io così belli non li avevo mai visti! tant'è che mi chiedevo se esistessero davvero fiocchi così perfetti di neve..



mercoledì 2 marzo 2016

Franz Josef Oasis Hotel



Dopo aver visitato la meravigliosa cittadina di Wanaka, siamo saltati in macchina in direzione ghiacciai..i famosissimi ghiaccia Franz Josef Glaciere Fox Glacier.
Abbiamo affrontato tre ore e mezza di auto senza nessun problema..la strada era così bella e poi pioveva così tanto che certamente non potevamo soffrire la non possibilità di percorrere sentieri naturali.










Ad aspettarci poi una cameretta troppo bella...Ha prenotato il mio ragazzo...strano lui sceglie sempre benissimo!! L albergo era così accogliente che non avrei voluto lasciare la nostra stanza neppure per cenare.
Avevamo una camera molto grande con caminetto..insomma un sogno rispetto agli altri alloggi dell isola





Dopo aver messo sottosopra la stanza, cosa che a noi riesce sempre benissimo, e aver fatto un ottimo aperitivo davanti al caminetto...abbiamo deciso, visto anche il tempo, di cenare nel ristorante dell albergo..



 il problema è che il ristorante è davvero piccolissimo eravamo 5 tavoli, tutte coppie (età media 70 anni) e questo mi ha messa un pò in imbarazzo, così non ho fotografato la cena, molto buona  abase di salmone..




 Insomma posto bellissimo mi è proprio pianto il cuore al mattino quando lo abbiamo lasciato!